close

Porta con te in vacanza il tuo amico a 4 zampe!

10 agosto 2018
Camilla Gullà10 agosto 2018
amico a 4 zampe

In viaggio con il nostro migliore amico

Il pensiero di dover lasciare a casa il proprio amico a 4 zampe è una preoccupazione molto comune.  Spesso capita addirittura di rovinarsi il piacere di andare in vacanza. Doverlo lasciare a qualcuno o metterlo in pensione non è una soluzione che riuscirei ad adottare, per la mia tenera cagnolina, potrebbe infatti provocare problemi e, in certi casi, dei veri e propri traumi al nostro piccolo amico peloso. Il nostro fedele amico, infatti, non capisce perché il padrone si allontana e la sensazione più comune è di sentirsi tradito e abbandonato. La soluzione migliore sarebbe di portarlo con sé, ma non è così semplice. Oltre a trovare una sistemazione adatta al nostro amico a 4 zampe, che spesso non è così scontato, bisognerà anche capire come trasportarlo.

Per chi è diretto verso paesi lontani la situazione è particolarmente difficile. Fortunatamente, almeno da questo punto di vista, le cose sono meno complicate di quanto appaiono: molti servizi di trasporto cercano di venire incontro alle esigenze dei viaggiatori e prevedono soluzioni per lo spostamento di animali domestici. L’opzione più semplice è di affidarsi a realtà che offrono supporto nell’organizzazione del trasporto animale: un modo sicuro di far viaggiare il nostro pet. Se la destinazione del proprio viaggio è in un continente dove vigono rigidi controlli in ingresso e in uscita, come nel caso del continente australiano o canadese, è consigliabile affidarsi a professionisti specializzati nel trasporto di animali dall’Italia all’Australia, ad esempio. Qui, infatti, bisogna richiedere permessi speciali e l’iter burocratico è abbastanza lungo: ecco perché in questi casi è consigliabile farsi assistere da personale esperto.

Per chi preferisce evitare al proprio pet lo stress del viaggio in aereo, la nave può essere una valida alternativa: alcune navi sono dotate di apposite cabine per ospitare i nostri amici animali. Molte compagnie, inoltre, prevendono la possibilità di alloggiare sul ponte muniti di guinzaglio e museruola. Questa è una soluzione adatta soprattutto per traversate brevi.

Per chi viaggia in Europa, il mezzo migliore di viaggiare in compagnia è il treno. Le norme variano da una compagnia all’altra ma in linea di massima gli animali sono accettati con guinzaglio e museruola.

Per chi rimane in Italia, invece, il trasporto del proprio animale appare molto più semplice: la macchina resta l’opzione da preferire in quanto permette di fare delle soste e non provoca particolari stress al nostro amico,( la mia Grace per esempio adora i tragitti in auto ^^).

Qualunque sia la scelta del mezzo di trasporto, è bene ricordarsi sempre di portare dietro i documenti di riconoscimento del nostro amico a 4 zampe, il libretto sanitario, l’acqua per farlo bere all’occorrenza, un gioco per intrattenerlo durante il viaggio e farlo sentire a casa. Inoltre, sarebbe meglio non farlo mangiare troppo prima del viaggio perché potrebbe creargli dei disturbi intestinali.

Con un po’ di buona volontà e tanta pazienza, si può viaggiare in compagnia del proprio fedele amico senza sottoporlo a stress eccessivo ed evitando di lasciarlo a casa da solo o affidato a qualcun altro mentre noi siamo in vacanza.

 

 

shopping online

Come vedete lo shopping online?

Leave a Response